Seleziona una pagina

Quando si fa un investimento è necessario conoscere anche l’aspetto della tassazione poiché influisce sul rendimento netto.

I guadagni, o plusvalenze, provenienti da strumenti finanziari (es. azioni, obbligazioni, certificati, ETF…) sono tassati al 26% ad esclusione dei titoli di stato (italiani ed esteri) ed enti sovranazionali che godono di tassazione agevolata al 12,5%.

Esempio:

  • Se acquisto 1.000€ di azioni e le rivendo a 1.100€ il mio guadagno lordo sarà di 100€ la tassazione sarà di 26€ (26%) il mio guadagno netto 74€.
  • Allo stesso modo se acquisto 1.000€ di un titolo di stato e lo rivendo a 1.100€ il mio guadagno lordo sarà sempre 100€ ma la tassazione sarà di 12,5€ (12,50%) per cui il mio guadagno netto 87,50€.

Tassazione fondi comuni ed ETF:

E’ facile calcolare la tassazione su strumenti singoli, ma quando si tratta di strumenti finanziari che al loro interno hanno altri strumenti i calcoli sono più complessi.

Prendiamo ad esempio un fondo comune di investimento o un ETF che abbiano prodotto un guadagno di 100€ fatto per metà da azioni e metà da titoli di stato:

pagherò una tassazione del 26% su 50 = 13€ e 12.5% Su 50€, quindi 6,25€ quindi avrò: 13 + 6,25 = 19,25€.

Non sembra molto difficile, ma nessuno (oltre alla casa che commercializza lo strumento stesso) conosce l’esatta composizione del fondo e degli ETF pertanto il calcolo della tassazione sarà fatto direttamente dalla casa di investimento per ogni singolo investitore.